Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


Il GREEN PASS RAFFORZATO (super green pass: le novità fissate dal Governo nel CDm del 24 Novembre 2021

Arriva il green pass rafforzato. Verrà introdotto dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 e spetterà ai vaccinati e ai guariti dal Covid-19. Le nuove misure anti-Covid sono state approvate dal Consiglio dei ministri del 24 novembre per affrontare la quarta ondata di contagi nel Paese. L’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori del super green pass. Le limitazioni previste per la zona arancione riguarderanno solo chi non possiede il certificato verde rafforzato. Si estende a nuove categorie l’obbligo vaccinale e la validità del pass verde scende da 12 a 9 mesi

LA SINTESI

Il super green pass è un certificato verde rafforzato che spetta ai vaccinati e ai guariti dal Covid-19 e consente maggiore libertà nella vita sociale.

Il super green pass entra vigore, anche in zona bianca, dal 6 dicembre al 15 gennaio.

Zona bianca - dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 il green pass rafforzato serve anche in zona bianca.

Il super green pass consente l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste, discoteche e cerimonie pubbliche in zona gialla. Il super green pass è previsto anche negli spogliatoi di palestre, piscine e altre realtà dove si pratica attività sportiva. Una eccezione riguarda gli accompagnatori di persone non autosufficienti e disabili. Nel dettaglio il decreto prescrive che serva anche negli spazi adibiti a spogliatoi e docce.

Zona Arancione - In caso di passaggio in zona arancione non scattano restrizioni o limitazioni, ma le attività possono essere svolte solo dai detentori di green pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 il green pass rafforzato serve anche in zona bianca.

Le limitazioni previste per la zona arancione riguarderanno solo chi non possiede il certificato verde “rafforzato”.

Ristoranti - l 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 è necessario il green pass rafforzato per accedere al ristorante al chiuso.

Palestre -  dal 6 dicembre al 15 gennaio per entrare bello spogliatoio della palestra è necessario avere il super green pass.

No spogliatotio e doccia - Si può andare in palestra, e in generale svolgere attività sportiva, con il green pass. Non è invece consentito entrare nello spogliatoio della palestra per cambiarsi o farsi la doccia.

Metropolitana - dal 6 dicembre al 15 gennaio per salire sulla metropolitana è necessario avere il green pass (che spetta a chi è vaccinato, guarito da Covid o con tampone negativo). Non c’è bisogno di avere il super green pass che spetta solo a vaccinati e guariti.

Feste -  dal 6 dicembre al 15 gennaio possono partecipare a feste solo i possessori di super green pass (dunque vaccinati o guariti da Covid).

Treni -  il decreto ha introdotto l’obbligo di green pass per salire a bordo dei treni del trasporto ferroviario regionale.

Il decreto legge rende obbligatorio il green pass su tutti i mezzi di trasporti locali, dunque su bus, tram e metropolitane.

È stato chiarito che per gli under 12 non c’è obbligo di green pass. E l’obbligo non scatterà neanche quando arriverà il via libera alla vaccinazione dei bambini da 5 a 11 anni.

Tampone -  per andare al lavoro sarà valido il risultato negativo di un tampone.

Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri del 24 novembre riduce l’efficacia del green pass da 12 a nove mesi. I nove mesi decorrono dalla data di completamento del ciclo vaccinale primario. In caso di somministrazione del richiamo, decorrono nuovamente da quella data.

Alberghi - Dal 6 dicembre per andare negli alberghi diventa obbligatorio avere il green pass. Stesso obbligo per l’accesso agli spogliatoi per l’attività sportiva o sui mezzi del trasporto ferroviario regionale e del trasporto pubblico locale.

Accompagnatori -   l’obbligo di super green pass scatta dal 6 dice,bre al 15 gennaio, ma una eccezione riguarda proprio gli accompagnatori di persone non autosufficienti o disabili che non hanno l’obbligo di avere il super green pass (ma solo il green pass).

SANITA' - L’obbligo vaccinale, che finora ha riguardato il personale sanitario e delle Rsa, si estende anche agli esercenti le professioni sanitarie e agli operatori di interesse sanitario. Gli ordini sospenderanno il personale inadempiente.

SCUOLA - L’obbligo vaccinale scatta anche per tutto il personale del sistema nazionale di istruzione, delle scuole non paritarie, dei servizi educativi per l’infanzia, dei centri provinciali di istruzione per adulti, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore.

Sicurezza e soccorso - L’obbligo riguarda anche il personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico. E tutto il personale delle strutture adibite all’esercizio di attività sanitarie e sociosanitarie (ad esclusione dei contratti esterni).

Negli istituti scolastici il rispetto dell’obbligo è demandato ai dirigenti scolastici.

I controlli in ambito sanitario sono demandati ai responsabili delle strutture in cui presta servizio il personale obbligato.

Chi è inadempiente rispetto all’obbligo vaccinale imposto dalla normativa viene sospeso dal diritto di svolgere l'attività lavorativa, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro. Il decreto chiarisce però che nel periodo di sospensione, «non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominati». La sospensione è efficace fino alla comunicazione al datore di lavoro dell'avvio e del successivo completamento del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della dose di richiamo.

Mascherina . Non c’è obbligo di uso della mascherina all'aperto in zona bianca, mentre è obbligatoria all'aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. È sempre obbligatoria averla in tasca o in borsa e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti.

I controlli saranno intensificati. Il decreto prevede che il prefetto territorialmente competente, entro cinque giorni dall’entrata in vigore del decreto, sentito, entro tre giorni, il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, adotterà un piano per controlli costanti, anche a campione, avvalendosi delle forze di polizia e del personale dei corpi di polizia municipale con qualifica di agente di pubblica sicurezza. Il prefetto dovrà trasmettere al ministro dell'Interno una relazione settimanale dei controlli effettuati nell'ambito territoriale di competenza.

Per spingere la campagna vaccinale il Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri elaborerà un piano per garantire ampi spazi sui mezzi di comunicazione di massa per campagne di informazione, formazione e sensibilizzazione sulla vaccinazione anti-Covid.

GuardiaCivica - Il GREEN PASS RAFFORZATO (super green pass: le novità fissate dal Governo nel CDm del 24 Novembre 2021

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO