cambia grandezza del testo A A A

Rincari a sorpresa nella telefonia. Si può cambiare operatore. NO alle tariffe a 28 giorni su rete fissa.

Agcom è intervenuta sulla questione dei rincari a sorpresa posti dalle aziende telefoniche. Gli utenti potranno recedere senza alcuna spesa aggiuntiva. Per chi dovesse decidere di cambiare operatore non ci saranno penali da pagare nel caso avesse subito dei rincari a sorpresa, quindi una modifica del contratto iniziale, senza essere stato chiaramente informato dell’operazione.

A disporlo è l’Autorità garante delle comunicazioni (Agcom) a seguito dei rincari di massa, su fisso e mobile che hanno colpito in questi giorni milioni di utenti.

Si tratta di un nuovo principio che AGCOM ha introdotto, a tutela degli utenti, prima ponendo una diffida a Tim e più tardi anche a Fastweb.

Le diffide sono state emanate a causa del passaggio, anche degli operatori tlc sopraindicati, alle tariffe con addebito ogni 28 giorni, in luogo che mensili, su rete fissa ma che valgono per tutti i cambi unilaterali di contratto, ovvero quelli imposti agli utenti da qualunque gestore (e dunque sia per il fisso che il mobile).

Ma c’è dell’altro. AGCOM ha ritenuto che gli operatori stessero provando ad aggirare, almeno in parte, i diritti degli utenti colpiti dai cambi decidendo pertanto che le aziende della telefonia non potranno richiedere neanche il rimborso dei costi promozionali (quelli concessi agli utenti al momento dell’attivazione), oltre a dover spiegare dettagliatamente alla clientela che il passaggio alla tariffazione a 28 giorni comporta notevoli rincari.

Intanto sulla questione si attende la decisione del Tar del Lazio, al quale gli operatori tlc hanno fatto ricorso per bloccare la delibera Agcom che vieta, dalla fine del prossimo mese, le tariffe a 28 giorni su rete fissa.

Se il Tar darà loro torto, le società di telecomunicazione saranno costrette non solo a tornare alle tariffe mensili ma anche a far fronte al rischio di rimborsi di massa

GuardiaCivica - Rincari a sorpresa nella telefonia. Si può cambiare operatore. NO alle tariffe a 28 giorni su rete fissa.

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

Come associarsi - Tipi di tessere - Modalità di assistenza - Gli info point - Sedi e Professionisti