cambia grandezza del testo A A A

Parkinson, nuova cura: ultrasuoni per combattere il tremore. PARKINSON NEWS

Nuovo trattamento ad ultrasuoni non invasivo ideato in Italia può aiutare chi soffre ad eliminare il tremore associato alla malattia.  Dall'Università dell'Aquila arriva uno studio che conferma gli effetti positivi degli ultrasuoni nel ridurre il tremore dovuto al Parkinson 

Dalle stime della Fondazione Umberto Veronesi emerge che ci siano circa 230mila persone che soffrono di Parkinson in Italia e di questi il 5% può presentare i segni precoci della malattia prima dei 50 anni. Questa patologia causa tremore a riposo, rigidità, bradicinesia e instabilità posturale ed è spesso accompagnata anche da demenza e depressione. Oggi uno studio dell'Univesità dell'Aquila potrebbe dare speranza ai malati di Parkinson per quanto riguarda uno dei sintomi caratteristici del morbo: il tremore.

Come funziona il trattamento ad ultrasuoni contro il tremore 

La ricerca dell'ateneo italiano è stato presentato al Radiological Society of North America che si è tenuto a Chicago e prevede l'utilizzo di un dispositivo ad ultrasuoni, che grazie ad onde ad alta intensità emesse tramite risonanza magnatica, sarebbe in grado di ridurre i tremori del Parkison. Le onde vanno a colpire direttamente il talamo, la parte interna del cervello che gestisce le informazioni motorie ed emotive. La procedura è minimamente invasiva e provoca effetti positivi immediati e a lungo termine.

"Essendo minimamente invasiva, riduce il rischio di complicazioni come le emorragie e le infezioni. Un altro vantaggio è che è immediatamente efficace, a differenza della stimolazione transcranica che necessità di tempo. In più richiede un’ospedalizzazione breve ed è ben tollerato anche dalle persone più fragili", ha dichiarato il capo dell'equipe che ha condotto lo studio, Federico Bruno, radiologo del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze Cliniche Applicate dell’Università dell’Aquila.

La ricerca dell'Università dell'Aquila ha riguardato un campione di pazienti affetti fa Parkison con un'età media di 64,5 anni. Il primo step prevedeva una valutazione dei temori e della qualità della vita del malato prima del trattamento ad ultrasuoni. Il gruppo era composto da persone che soffrivano di Parkinson ma anche di tremore essenziale resistenti alle terapie tradizionali. Questo disturbo porta a movimenti cronici e disordinati della testa e delle braccia e ha un forte impatto psicologico. Le manifestazioni diventano inoltre più intense quando il paziente si trova in uno stato di ansia.

Il team di ricerca ha scoperto che 37 dei 39 pazienti sottoposti al trattamento hanno mostrato una riduzione del tremore del Parkinson. Anche molto tempo dopo le vibrazioni incontrollate degli arti risultavano meno intense. La terapia però non sarebbe ancora esente da effetti collaterali, anche se solo temporanei. Sette partecipanti allo studio hanno mostrato difficoltà a sillabare (disartria), debolezza degli arti e sensibilità (parestesie periorali).

GuardiaCivica - Parkinson, nuova cura: ultrasuoni per combattere il tremore. PARKINSON NEWS

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

Come associarsi - Tipi di tessere - Modalità di assistenza - Gli info point - Sedi e Professionisti