Home

Finalità Sedi e sportelli Diventa
SOCIO
Associa il tuo
COMUNE
Associa la tua
SCUOLA
Associa la tua
AZIENDA
Professionisti
convenzionati
Area Soci CONTATTI
 

ARCHIVIO
Dossier e Approfondimenti

Codice Rosso, L.69/2019/Revenge P
1522 - num. anti violenza e stalking
MES (meccanismo Eu. di stabilità)
Fondo di solidarietà Comunale
Carta di Identità Elettronica (CIE)
Carta Nazionale Servizi (CNS)
La violenza domestica
SPREAD dei titoli: la guida
Il Vademecun "Anti Panico"
Corona Virus: misure contenimento
Vehicle to Grid - dm 30/01/2020
Indennizzi per i reati violenti
Codice contratti pubblici dlgs 50/16
DL "sblocca cantieri" 18/04/19 n. 32
Milleproroghe, DL 30/12/2019 n.162
L. 27/12/2019 n.160 - Finanziaria
Decreto fiscale 2019 (L.157/19)/
Decreto Crescita-economia circolare
Glossario della Corte Costituzionale
Cabina di regia "Strategia Italia"
Statuto del Contribuente-L212/2000
Disegno/Proposta/Progetto di legge
Reddito di Cittadinanza
Il Decreto DIGNITA' (dl 87/2018)
Privacy UE Dir. 679/2016 - Sintesi
Privacy UE Dir.679/2016 - La guida
Foreste: testo unico (dlgs 34/2018)
Impianti Geotermici
Testamento biologico
Sicurezza delle Città, L. 48/2017
Patente B, nuove regole tecniche
Compostaggio, proc Semplificate
Imu - Tari - Tasi - (UIC)
Imposte
Scioglimento degli Enti Locali
Recupero crediti

 
 
 
 


CONDOMINIO: chi ha diritto di partecipare alle assemblee.

La regola vuole che all’assemblea di condominio partecipino solo i proprietari degli immobili presenti nell’edificio condominiale. L’assemblea, dunque, è la riunione dei proprietari, cioè di coloro che sono formalmente titolari di una porzione esclusiva della struttura condominiale (abitazione, box, locale commerciale, ufficio, ecc.).

Dunque, il semplice affittuario (cioè, il conduttore) che vive in locazione nel condominio non ha diritto a prendere parte all’assemblea, se non in alcuni casi. Vediamo quali

Affittuario: quando partecipa all’assemblea condominiale?

Secondo la legge, il conduttore ha diritto di voto, in luogo del proprietario dell’appartamento locatogli, nelle delibere dell’assemblea condominiale relative alle spese e alle modalità di gestione dei servizi di riscaldamento e di condizionamento d’aria.

L’affittuario/conduttore ha inoltre diritto di intervenire, senza diritto di voto, sulle delibere relative alla modificazione degli altri servizi comuni.

Dunque, la legge conferisce all’affittuario il diritto di partecipare all’assemblea in due occasioni:

- quando si decide circa i servizi di riscaldamento e di condizionamento dell’aria. Si tratta in genere delle decisioni inerenti alla ripartizione dei costi;

- quando si decide sulla modifica degli altri servizi comuni (parcheggio, installazione antenna centralizzata, ecc.). in questi casi, però, non ha diritto di voto.

Resta ferma la possibilità dell’inquilino di partecipare sempre alle assemblee nelle vesti di delegato del locatore.

La convocazione degli affittuari

Nei casi in cui all’assemblea devono partecipare anche gli affittuari (con o senza diritto di voto), l’amministratore è tenuto a convocare anche loro, pena l’invalidità della delibera e possibilità che gli affittuari non regolarmente convocati possano impugnare la deliberazione assunta in loro assenza entro trenta giorni dalla conoscenza della decisione.

È dunque da escludere che l’onere di avvisare gli affittuari gravi sui proprietari, a loro volta resi edotti dall’amministratore. È quest’ultimo e solo lui a dover notificare l’avviso di convocazione d’assemblea anche ai conduttori, quando questi hanno il diritto di parteciparvi.

GuardiaCivica - CONDOMINIO: chi ha diritto di partecipare alle assemblee.

NB: GuardiaCivica non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di assistenza ai Cittadini. Non è finanziata da nessun Ente Pubblico o Privato, non è collegata ad alcun partito politico o sindacato, e si sostiene esclusivamente con il tesseramento dei Soci. Tutti i servizi di assistenza sono gratuiti per i Soci.

 
 
Diretta PARLAMENTO